le 5 libertà

“Istituzionalizzate” nel 1979 dal Farm Animal Welfare Council (FAWC), risalgono al 1965 le Cinque Libertà Fondamentali degli Animali da Reddito:

  • libertà da sete, fame e malnutrizione, mediante facile e libero accesso ad acqua pulita oltre una dieta adatta a mantenersi in salute;
  • libertà dal disagio, mediante la predisposizione di un ambiente ideale con rifugi e aree di riposo;
  • libertà da dolore, ferite e malattie, mediante prevenzione o rapida diagnosi e trattamento delle patologie;
  • libertà di esprimere i normali comportamenti, attraverso spazi sufficienti, e facilitando i contatti sociali con animali della stessa specie;
  • libertà da paura e dolore, garantendo condizioni di vita e trattamenti che evitino sofferenze psicologiche.

Oggi sono attuali più che mai.

Queste Cinque Libertà Fondamentali mettono in evidenza un concetto di benessere animale più ampio, nel quale rientra il benessere psicologico degli animali oltre a quello fisico, a conferma dell’aumentata sensibilità della società al problema.

Se è vero che i consumatori si interessano al benessere animale perché sono sempre più attenti a quello che mangiano, è anche e soprattutto importante ricordare che un animale che cresce in un ambiente controllato è meno soggetto a malattie, cresce più velocemente e il prodotto finale è di maggiore qualità. Tutti vantaggi per un allevatore volto a ottimizzare la sua produzione.

CONTROLLA LA TUA STALLA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: